Condividi

Nuovo choc a Porto Recanati.

Dal casolare dell’orrore saltano fuori altri resti umani: sono sicuramente due i corpi sepolti nel terreno adiacente all’Hotel House. Uno potrebbe essere di un bambino.

Potrebbe appartenere a un bambino di 8-10 anni, non si sa se maschio o femmina, uno dei due corpi i cui resti stanno affiorando nei dintorni del grattacielo multietnico Hotel House a Porto Recanati (Macerata).

Questo il bilancio degli scavi effettuati ieri dalla Squadra mobile e dalla polizia scientifica di Macerata sul terreno circostante il pozzo del casolare.

E’ un ipotesi degli inquirenti dopo il ritrovamento oggi di altre 30 ossa tra cui un bacino, costole, dita e un avambraccio, di due corpi diversi a 1,5 mt dal pozzo dov’erano gli altri resti

si pensa che il punto dove sono state trovate oggi le ossa fosse il luogo di sepoltura dei due corpi e che altri resti, sempre delle stesse persone, fossero stati staccati e gettati nel pozzo.

 

 © ANSA

 

Uno dei due cadaveri potrebbe appartenere a una adolescente, forse la 15enne bengalese Cameyi Mossamet scomparsa ad Ancona nel 2010, le cui tracce portarono all’Hotel House.

Le altre ossa, molto più piccole, già ispezionate da un medico legale, potrebbero essere di un bambino. I reperti verranno presto inviati alla Polizia scientifica a Roma per essere esaminati.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteStraniero ubriaco al volante a 140 km/h salta l'incrocio: morti due ragazzi a Napoli
Prossimo articoloBlitz dei Vigili del Fuoco in ospedale, la testimonianza: "il volto dei piccoli si è illuminato"