Condividi

Napoli choc: armato di coltello, semina il panico in metropolitana

Un uomo armato di coltello ha seminato il panico tra i passeggeri del treno della metropolitana della linea 1 di Napoli che viaggiava in direzione Piscinola. L’uomo è stato disarmato dai vigilanti del metrò e poi è stato arrestato dopo una colluttazione con la polizia. Nella ressa alcuni passeggeri sono rimasti leggermente feriti. Altri sono in stato di choc.

L’uomo, un clochard svedese di 31 anni, già noto alle forze dell’ordine, da venti mesi in Italia e già in passato segnalato dalle forze dell’ordine di altre città italiane per comportamenti legati all’abuso di alcol, era visibilmente ubriaco e portava con sé un coltello seghettato con lama da 20 centimetri. Quando l’arma gli è caduta, sul convoglio è esploso il panico. Alla vista del coltello, i passeggeri che erano nello stesso vagone hanno cominciato a gridare, accalcandosi nei pressi della porta del treno appena arrivato alla stazione Colli Aminei. Nel fuggi fuggi generale, alcuni passeggeri sono stati travolti nella ressa, qualcuno è caduto e una donna è rimasta ferita alle ginocchia.

«Era un uomo alto, scuro, forse un mulatto – racconta una testimone oculare all’Ansa – aveva una bandana sulla testa e portava dei pantaloni aderenti. L’ho notato già alla Stazione Università, dove sono salita. Una volta sul treno, affollato, è passato accanto a me e ad altri passeggeri e ha sollevato la maglietta, lasciando vedere un coltello lungo e affilato».

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedente"Brogli e aiutini": il concorso dei vigili del fuoco verso l'annullamento?
Prossimo articoloPadre e zio pestarono il nonno pedofilo: arriva la condanna