E’ cieca e soffre di epilessia: per lo Stato risulta “abile al lavoro”

Il caso aveva sollevato un’ondata di rabbia e indignazione in tutto il Regno Unito, per via di quella che veniva generalmente percepita come una palese ingiustizia. Due anni fa un’apposita commissione aveva sentenziato che la donna era in grado di lavorare, dunque non aveva diritto ad assegni sociali o indennizzi di sorta.

LEGGI SU DIRETTANEWS