Condividi

Gravissimo incidente stradale alle 4 di questa notte sull’Autostrada A1 in carreggiata Sud, tra Lodi e Casalpusterlengo. A causare un tamponamento a catena un branco di cinghiali (almeno 3) che ha attraversato la carreggiata. C’è una vittima, un 28enne di origini polacche, i feriti sono una decina. Tra loro 3 bambini (due di 8 e uno di 11 anni) e 2 ragazzini di 13 e 15 anni. E ancora due donne di 37 e 39 anni e due uomini di 40 e 48.

LA RICOSTRUZIONE DEI FATTI

Secondo la ricostruzione della polizia stradale, nell’incidente sono rimaste coinvolte tre macchine che andavano in direzione Sud. La prima ha investito due cinghiali e si è fermata. Una seconda auto arrivata ha investito le carcasse degli animali e poi urtato il veicolo fermo. Il conducente è sceso, probabilmente per chiedere aiuto, ed è stato travolto da una terza vettura, una Polo, che poi si è scontrata con le due auto ferme.
Il conducente della Polo, di origini polacche ma residente in Italia, è morto sul colpo, la fidanzata di 27 anni è stata trasportata in gravissime condizioni, in codice rosso, all’ospedale di Lodi. A Parma, sempre in codice rosso, è stato portato l’uomo travolto.

Leggi anche:  Colpi di arma da fuoco, scoppia l’inferno in autostrada: violento assalto a un portavalori

Sono circa 400 gli incidenti stradali provocati dai cinghiali in Lombardia dal 2013 a oggi. E’ quanto stima la Coldiretti su dati regionali dopo l’incidente di questa notte sull’autostrada A1. “Con oltre un milione di esemplari diffusi in Italia – commenta la Coldiretti regionale – la presenza dei cinghiali nei centri abitati e sulle strade è ormai un rischio concreto per la sicurezza dei cittadini”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedente2019, ecco tutti i ponti e le festività che ci aspettano
Prossimo articoloVIDEO: USA, ladro arrestato mentre tentava di rubare una bici fuori dalla stazione di Polizia

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.