Ucciso da agente a Genova, Gabrielli: “Presto taser ai poliziotti”

“Presto i poliziotti avranno in dotazione i taser (pistole elettriche), così potranno agire in ulteriori condizioni di sicurezza e non arrecare danno eccessivo alle persone in certi interventi”.

Sono queste le affermazioni del capo della Polizia Franco Gabrielli, dopo essere stato in visita al San Martino di Genova, dove si trova ricoverato il poliziotto gravemente ferito da un ecuadoriano, ucciso poi da un collega nell’estremo tentativo della difesa

“L’iter per dotare la polizia dei taser è partito nel 2014 e ora è alla firma del ministro”, ha aggiunto Gabrielli.

 

Ucciso da agente a Genova, Gabrielli: "Presto taser ai poliziotti"

 

“In un primo momento – ha spiegato – le pistole elettriche saranno sperimentate in alcune città insieme a carabinieri e guardia di finanza. Poi saranno distribuite a tutte le forze dell’ordine”.

Su quanto accaduto domenica a Genova, Gabrielli ha detto:

“Queste vicende lasciano sempre amarezza. Anche quando muore una persona che delinque e che si è posta in condizione di offesa nei nostri confronti.

Non è mai una cosa positiva, non dobbiamo perdere quel profilo di umanità che alla fin fine contraddistingue in positivo la nostra attività”.

 

 

L’agente è indagato per omicidio colposo per eccesso nell’uso delle armi. Un atto dovuto.

“Ovviamente abbiamo molta fiducia nell’iter giudiziario e c’è la massima e assoluta e convinta fiducia nell’operato della magistratura”, ha sottolineato Gabrielli.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche