Roma, tentano l’arresto: poliziotti circondati da 150 nomadi

Roma. I poliziotti entrano in un campo nomadi per arrestare due ladri e vengono circondati

Tentano di arrestare due ladri, poliziotti circondati da 150 nomadi

Succede tutto in pochi minuti. Al camping River di Roma un equipaggio della Polizia di Stato ha tentato di arrestare due rom, del campo, sorpresi a rubare

I rom erano infatti stati sorpresi da due agenti intenti a svuotare un container di merce rubata.

Le forze dell’ordine, una volta intervenute, sono state circondate da circa 150 nomadi.
I poliziotti sono stati costretti quindi a chiamare rinforzi e con non poche difficoltà.

L’accampamento, già noto alle cronache anche nazionali, si trova nella zona nord di Roma.

Era tra quelli che secondo la giunta capitolina dovevano essere sgomberati entro i primi giorni di Ottobre.

L’ingresso degli agenti nel campo nomadi ha permesso di però di scoprire una sorta di “catena umana” di persone intente a rubare una serie di oggetti dall’interno di un container.

Appena sono stati avvistati gli agenti, i ladri si sono dati alla fuga.

Subito fermati dalla polizia, si tratta di un romano di 35 anni e un torinese di 42.

Da li a poco è iniziata una vera e propria guerriglia che ha coinvolto anche donne e bambini del campo.

Gli abitanti hanno quindi iniziato ad inveire e circondare i poliziotti, che sono riusciti a concludere l’arresto solo dopo l’arrivo di altri colleghi.



Potrebbero interessarti anche