Condividi

Il personale della Sezione Polizia Ferroviaria di Udine, nel corso di specifici servizi di controllo del territorio con particolare attenzione al terminal ferroviario della stazione di Udine, procedeva nella serata di ieri all’arresto in flagranza del cittadino romeno D.I. di anni 46, residente in un comune dell’hinterland udinese, in quanto resosi responsabile dei reati di violenza, resistenza, minaccia e lesioni aggravate a pubblico ufficiale. Gli agenti della Polfer intervenivano nel piazzale esterno alla stazione ferroviaria per la presenza di una persona che inveiva contro i passanti. L’uomo, al momento del controllo visibilmente alterato dall’assunzione di bevande alcoliche, dava in escandescenza usando violenza nei confronti dei poliziotti, colpendoli con pugni e spintoni per sottrarsi al controllo e solo con l’ausilio di altro personale delle Forze di Polizia e’ stato reso inoffensivo. Nell’alterco uno degli agenti Polfer rimaneva leso dovendo ricorrere alle cure dei sanitari del locale Pronto Soccorso, ove veniva refertato con una prognosi di 5 giorni. La persona è stata accompagnata presso le celle di sicurezza della Questura di Udine, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria. Nella mattinata odierna è stato sottoposto all’udienza di convalida dell’arresto ed, in seguito, rimesso in libertà.

Udine, 23 febbraio 2017

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedente19 furti e 1 rapina in villa, arresti e perquisizioni
Prossimo articoloTrump pensa revoca direttiva Obama su uso bagni transgender