Code in metro, assembramenti e traffico in tilt sul GRA: così riparte Roma

Chi si aspettava caos nella capitale, ci ha azzeccato solo a metà

Nella prima giornata della riapertura, nella primissima mattinata, fino alle otto, si è registrata una affluenza particolarmente elevata sui bus e sulla metro, così come c’è stato traffico sul Grande raccordo anulare e le consolari, in direzione del centro.

Con la nuova fase 2 sono circa 850 mila le persone che circolano a Roma per motivi di lavoro. Sui mezzi pubblici il maggiore afflusso ha riguardato la fascia tra le sei e le 7.30.

Ma già dalle otto di mattina, spiega Franco Brizzo sulla Nuova Venezia, i principali capolinea dei mezzi pubblici erano semi-deserti, dalla Stazione Termini al Verano alla Stazione Tiburtina. Stesso discorso nelle stazioni della Metropolitana, con banchine praticamente vuote e pochi passeggeri nei vagoni vuoti.

Chiusi i ministeri, i grandi uffici pubblici, frenatissimi negozi e attività commerciali, nella Capitale dopo le otto nessun problema per bus e metro.

Ma per i pendolari delle periferie e delle città vicine, dalle cinque e mezza alle otto, affollamento e niente distanza di sicurezza nei grandi nodi di interscambio.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche