Condividi

I carabinieri hanno notificato a Brindisi e in provincia due ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip del Tribunale di Lecce su richiesta della Direzione distrettuale antimafia, nei confronti di 37 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, estorsioni, porto e detenzione illegale di arma da fuoco e spaccio di sostanze stupefacenti.

Si tratta di presunti affiliati all’organizzazione mafiosa Sacra corona unita.

Due distinte operazioni condotte dai Carabinieri di Brindisi che portano all’arresto di 37 persone, cinque delle quali raggiunte dal provvedimento cautelare in entrambe le inchieste – scrive BrindisiOggi – Una parte dall’omicidio Tedesco del novembre del 2014 ed un’altra dal ferimento di Damiano Truppi nel novembre del 2017

La prima inchiesta parte nel novembre del 2014 a seguito dell’omicidio di Cosimo Tedesco e del tentato omicidio del figlio Luca Tedesco.

La seconda indagine trae, invece, origine a seguito del ferimento a colpi d’arma da fuoco ai danni di D.T., il 2 novembre 2017 e per il quale, al termine delle indagini, sono stati tratti in arresto i responsabili il 15 marzo 2018, emessa dal gip del Tribunale di Brindisi a seguito di richiesta della locale Procura della Repubblica.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMilleproroghe, medici in corsia fino a 70 anni
Prossimo articoloDonna uccisa a coltellate davanti ai figli: l'ex compagno aveva il divieto di avvicinarsi

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.