Condividi

Valentino Rossi centra la pole position nel GP d’Italia e partirà davanti a tutti a oltre un anno mezzo di distanza dall’ultima volta (Motegi 2016).

Il Dottore ha chiuso le qualifiche con in 1’46”208, nuovo record della pista, beffando la coppia spagnola Lorenzo-Vinales, che scatteranno con lui in prima fila. Solamente 6° il leader mondiale Marquez, che si tiene comunque alle spalle la Ducati di Dovizioso (7°), che scatterà così in terza fila.

Il Dottore è tornato e per giunta nel suo palcoscenico preferito, ritrovando una prima fila che sembrava ormai un costante miraggio (gli mancava da 9 gare) e una pole che era diventata un ricordo ancora più offuscato.

Lo ha fatto con un giro super, in un testa a testa pazzesco con Marc Marquez che a lungo era sembrato in grado di strappare la prima casella alla scatenata compagine italiana, ma che alla fine è scivolato addirittura in fondo alla seconda fila.

La gara, ovviamente, è ancora tutta da correre, ma vedere Valentino partire in pole al Mugello (l’ultima volta fu nel 2016, ma poi fu costretto al ritiro), rimane un’emozione per tutti i tifosi italiani.

A fargli compagnia in prima fila ci saranno un ritrovato Jorge Lorenzo (lontano appena 35 millesimi) e il vicino di box Maverick Vinales, arrivato come un missile dal Q1 e capace di tenersi anche lui sotto il decimo di distacco da Vale.

In seconda fila, davanti al leader del mondiale, partiranno invece Andrea Iannone e Danilo Petrucci.

L’abruzzese della Suzuki era stato il più veloce in FP4 e sembrava avere in canna il colpo buono per la pole, ma il 4° crono finale (+ 0”136) gli consentirà comunque di lottare con i big fin dalle prime battute.

Stesso discorso per il Petrux, che in un ultimo time attack da brividi ha strappato la posizione migliore alla Ducati ufficiale di Dovizioso. (tgcom24)

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMestieri ad alto rischio: aggrediti, minacciati, sequestrati Agenti di Polizia Penitenziaria e Medici: emergenza violenza in Campania
Prossimo articolo2 Giugno: lo spettacolare volo del paracadutista con in tricolore: “E' un onore, lo dedico all’Italia”