Condividi

Matteo Salvini, neoministro dell’Interno ha visitato il padiglione Specialità dell’ospedale San Martino

dove è ricoverato il sovrintendente della polizia di Stato ferito nella colluttazione di domenica a Sestri in cui ha perso la vita Jefferson Tomalà, dopo il tentativo andato a male di un TSO

Il ministro, riferisce Il Secolo, ha detto di aver portato al poliziotto ferito “l’affetto di 60 milioni di italiani. A lui, alla moglie e alla figlia.

Cinque coltellate di cui due a pochi centimetri dal cuore, per cui è vivo grazie al buon Dio che ha guardato giù e grazie al collega che ha fatto l’unica cosa che poteva fare, difenderlo dall’assalto di quel ragazzo”

 

Edoardo Rixi, Matteo Salvini e Giovanni Toti

 

Negli scorso giorni una manifestazione in ricordo del giovane deceduto.

Amici, famigliari e colleghi ha ricordato Jefferson Tomalà con una fiaccolata, nonostante le critiche ricevute dalla Lega nord genovese e da molti abitanti del quartiere di Sestri Ponente.

I manifestanti erano circa duecento, tra i tanti amici di Jefferson, soprattutto italiani, c’è molto risentimento:

“In questi giorni abbiamo visto troppo odio sui social, e solo perché Jefferson era straniero”, dicono alcuni.

 

 

“Fosse stato italiano questo non sarebbe successo”, affermano altri. “Il problema è che siamo diventati un paese razzista. Ed è colpa di partiti come la Lega: ormai se sei straniero sei colpevole a prescindere”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteBandito travolge un Carabiniere: militare trasportato d'urgenza in ospedale
Prossimo articoloAltro che Italia, cosa succede al confine: "Come la polizia francese respinge e maltratta i minori"