Condividi

Esiste un modo semplice per capire se il proprio account è rimasto vittima dell’hackeraggio che ha colpito Facebook due settimane fa, di cui sono stati vittima 29 milioni di profili. C’è un link messo a disposizione dalla società in cui viene visualizzata una comunicazione che se il proprio profilo è stato interessato o no dall’incidente sulla sicurezza. La piattaforma spiega che nel primo caso sono stati reimpostati i token d’accesso. In una conference call di venerdì 12 ottobre, Guy Rosen, vice presidente a capo della sicurezza di Facebook ha spiegato che sono stati compromessi i dati di 29 milioni di persone, gli hacker hanno usato parte delle liste di amici di 400 mila utenti per rubare il token di accesso. L’ultimo hackeraggio scoperto da Facebook due settimane fa non ha riguardato Messenger, Instagram, Whatsapp, Oculus, Workplace, i pagamenti e le app o le pubblicità di parti terze, ha aggiunto la società. Inizialmente Facebook aveva riferito che l’attacco poteva riguardare 50 milioni di account ma aveva detto di non sapere se erano stati compromessi.

Leggi anche:  Ecco come il Fisco usa i social per fare i conti in tasca agli italiani

I ‘pirati’ hanno avuto accesso a nome, indirizzo email e numeri di telefono di 29 milioni di utenti.
Per 14 milioni gli hacker hanno ottenuto ulteriori dati, come la città natale, la data di nascita, gli ultimi 10 posti che hanno cercato o le 15 ultime ricerche.

Link

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMigranti escono da un furgone della gendarmeria francese vicino ai confini italiani
Prossimo articoloSfigurata con l'acido dall'ex marito "Lui si è preso la mia faccia, io mi tengo la mia libertà"

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.