Commerciante spara e uccide un ladro: “assolto perché il fatto non costituisce reato”

Commerciante spara e uccide un ladro: “assolto perché il fatto non costituisce reato”

VENEZIA – Assolto perché il fatto non costituisce reato. Questa la sentenza pronunciata alle 19.15  dalla Corte d’Appello di Venezia, che ha così scagionato dall’accusa di eccesso colposo di legittima difesa Franco Birolo, il tabaccaio di Cive’ di Correzzola (Padova) che nella notte fra 25 e 26 aprile 2012 aveva sparato ad un ladro entrato nel suo negozio, uccidendolo con un colpo di pistola.

In primo grado il 51enne era stato condannato a 2 anni e 8 mesi e a risarcire la famiglia del moldavo Igor Ursu con 325.000 euro.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche