Condividi

Soldi in cambio di spintarelle per superare le selezioni nell’Esercito, nella Marina, nei Carabinieri, nella Polizia di Stato, Guardia di Finanza e Polizia Penitenziaria. Insomma , per i concorsi truccati, ci sono ancora altri indagati.

La notizia risale a questa estate e la riporta CasertaCe secondo cui al momento esisterebbero ben tre diverse indagini portate avanti dalla procura di Santa Maria Capua Vetere, Napoli e Roma.

All’interno di queste indagini – ci informa il quotidiano – pare siano  coinvolti anche altissimi ufficiali dell’Esercito.

IL PERIODO – Secondo le indiscrezioni ad essere stati messi sotto osservazione sarebbero candidati risultati tutti promossa dalle zone di San Prisco, Aversa, Maddaloni e Marcianise nel periodo tra il 2015 fino ai giorni nostri.

Le indagini della Procura di Santa Maria Capua Vetere e della Guardia di Finanza hanno allargato il cerchio a diverse personalità. Altri quattordici interessati dalle attenzioni della procura di Napoli.

Leggi anche:  Incidente in autostrada, si ribalta un mezzo militare: morto il Caporal Maggiore Scelto Domenico Tempesta

Un nome che ha destato scalpore – scrive CasertaCe – è stato quello del generale di brigata C.F. che si sarebbe adoperato «per reperire le tracce delle prove scritte utili al superamento dei concorsi». A destare sospetti erano stati i risultati dei test: troppo alta la concentrazione dei candidati che hanno ottenuto una votazione superiore al “nove” e che provenivano dalla nostra provincia, da quella di Napoli e dalle altre campane. A rendere più incandescente il clima, una serie di ricorsi al Tar presentati dai concorrenti non raccomandati.

I NOMII nomi degli indagati per i quali è stata chiesta la proroga delle indagini sono, oltre a C.F.: G.P., napoletano, che lavora presso l’ufficio di Foligno del Centro di selezione nazionale per reclutamento nell’Esercito. Per la Guardia di Finanza, per le scuole di formazioni della “Napoli 2000 Coop” e l’associazione “Medifuturo” di Afragola, sono indagati R.R.e L.V..

Per il centro studi “Adam Smith”, Con sede a Marigliano, è indagato S.V.. Sotto accusa anche in questo filone di indagine, quindi indagato, il dipendente del Pirotecnico di Capua G.Z., di Capodriose, punto di riferimento nel casertano e che compare nelle diverse indagini dei concorsi truccati sia nella Procura sammaritana che in quella di Napoli. Sotto accusa S.G.. Per Casalnuovo e Castello di Cisterna, sono indagati A.O ed M.R..

N.C. per Napoli e Aversa. R.D. per Nocera Superiore e M.D.C. di Villa Di Briano. Altri tre devono essere identificati.

 

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteL'azienda che assume solo ultracinquantenni rimasti senza lavoro per colpa della crisi
Prossimo articoloSi spacciano per l'Agenzia delle Entrate: attenzione alla truffa

1 commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.