Condividi

Agenzia delle Entrate, arriva il concorso per 1800 posti

Dopo gli aggiornamenti sui concorsi per giuristi ed economisti del mese di marzo, in questo articolo ci occupiamo del prossimo bando in Agenzia delle Entrate per dirigenti e funzionari.

I posti a disposizione sono in tutto 1800 di cui 300 per funzionari e 1500 per quadri intermedi.

Questi ultimi sono dei funzionari che di solito hanno elevata responsabilità, possedendo quindi varie competenze tecniche e specialistiche. Si tratta quindi di una posizione intermedia fra dirigenti e funzionari.

Le procedure dovrebbero partire entro giugno in caso di immediato ok del dipartimento della funzione pubblica,

ma comunque tutte le tappe del concorso potrebbero non concludersi entro la fine dell’anno.

Inoltre, a dicembre sono in scadenza le posizioni di funzionari con incarichi affidati sulla base delle pot, le posizioni organizzative territoriali, in attesa che venga indetto il corso.

E, ancora, si dovrà anche valutare quale sarà la modalità del concorso: in base al numero di domande si potrebbe optare o meno per una prova pre-selettiva prima dell’esame di concorso vero e proprio.

’Agenzia sfruttando la novità introdotta con la riorganizzazione dei livelli centrali (entrata in vigore il 21 febbraio 2018), sceglie la strada di potenziare la figura dei quadro intermedio.

Risultati immagini per agenzia delle entrate concorso

Discorso diverso per i livelli più alti. Nel prossimo anno è prevista la fuoriuscita di circa 100 dirigenti sui 200 attualmente in organico, che andranno via in pensione.

A quel punto anche per effetto delle riduzioni di organico delle posizioni dirigenziali per privilegiare le figure dei quadri intermedi si va verso l’individuazione di circa 300 nuovi posti da dirigente.

Paolo Boiano di Dirstat non manca di criticare lo stallo del concorso dirigenti dell’Angenzia evidenziando con una nota della sua sigla che:

 

Risultati immagini per agenzia delle entrate concorso

 

«non basta avere introdotto il metodo dell’interpello in sostituzione dell’abusato criterio dell’intuitu personae per la sola ragione che l’uno e l’altro continuano a confliggere col dettato costituzionale ribadito dalla Consulta».

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteFurto in appartamento, ladro scopre un cadavere in scheletrizzazione e fugge
Prossimo articoloFrancia: fermato ex presidente Nicolas Sarkozy