Condividi

Si segnala che la Guardia di Finanza ha indetto un concorso pubblico, per il reclutamento di ulteriori profili. Ma entriamo nello specifico e scopriamo tutto ciò che occorre sapere per effettuare la domanda di ammissione a tale bando.

Il Comando Generale della Guardia di Finanza ha proclamato un procedimento selettivo, per l’arruolamento di 3 allievi finanzieri del contingente ordinario della Guardia di Finanza, destinato al coniuge e ai figli superstiti nonché alle sorelle o ai fratelli del personale delle Forze di Polizia deceduto o reso definitivamente invalido al servizio, con invalidità non inferiore all’80% della possibilità lavorativa in effetto degli eventi criminosi.

Possono concorrere a tale concorso pubblico i cittadini italiani in possesso dei seguenti titoli di studio e requisiti:

diploma di scuola secondaria di II grado che permetta l’iscrizione ai corsi universitari;

Leggi anche:  Centinaia di ovuli trovati dai militari della Guardia di Finanza: la scoperta lascia tutti di sasso

essere maggiorenni e non superare il giorno di compimento del 26° anno di età alla data di scadenza del bando;
diritto di voto attivo;
non detenere nessun carico pendente o procedimento penale in atto;
eccellenti doti etiche;
non aver mai prestato servizio in funzione di obiettore di coscienza.

Da tenere in considerazione che a ciascuna visita o test gli aspiranti devono esporre il documento di identità o una carta di riconoscimento consegnata da un’Amministrazione dello Stato in vigore. La suddetta procedura di selezione comporta le successive prove d’esame:

valutazione dell’idoneità psicofisica;
valutazione dell’idoneità attitudinale;
valutazione dei titoli.
Le spese per aderire al bando ovvero spese di viaggio, vitto e alloggio per l’intervento agli esami selettivi sono a carico dei concorrenti.

Tuttavia, ai profili dichiarati vincitori tocca il rimborso delle spese di viaggio avute per arrivare alla sede di Reparto di Istruzione per la partecipazione del corso di formazione in base agli ordinamenti correnti. Da precisare che durante la frequenza del corso, gli allievi finanzieri percepiscono un compenso retributivo in base alle direttive amministrative presenti.

Leggi anche:  Allievi per la Guardia di Finanza, due anni di corso per diplomati

Una volta concluso il percorso di formazione, i finanzieri vengono indirizzati dove vi sono maggiori necessità burocratiche e di attività, con l’onere di continuità in rapporto alle delibere interne del Corpo.

La domanda di ammissione al concorso deve pervenire solamente telematicamente previa registrazione, usufruendo del proprio indirizzo di posta elettronica certificata PEC disponibile direttamente sulla pagina web ufficiale della ”Guardia di Finanza” entro le ore 12:00 di lunedì 29 ottobre 2018.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteL'Aifa richiama lotti di collirio Benoxinato dalle farmacie
Prossimo articoloLa Cassazione non espelle il ladro rumeno: "Furti in appartamento non gravi"

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.