Conosce 13enne su Fb e la convince a fuggire in Svizzera, arrestato 26enne

SOS1308115Brescia, 12 ottobre 2013 – «Fuga d’amore» finita in manette con una pesante accusa. Un’operazione condotta in collaborazione tra la Polizia di Lugano e i carabinieri di Brescia ha portato all’arresto di un uomo di 26 anni residente in Canton Ticino. Il reato contestato è sequestro di persona di una minorenne; secondo le prime informazioni uscite da Lugano e successivamente confermate da Brescia l’arrestato aveva allacciato una relazione via Facebook con una ragazza di tredici anni residente a Isorella, in provincia di Brescia. Lui e lei si erano frequentati per diverse settimane in chat, fino a quando l’uomo aveva convinto la ragazzina a incontrarsi di persona: pare che lui sia andato di persona a prenderla in auto in Italia.

LA FUGA IN SVIZZERA – A questo punto la pressione dell’uomo si è fatta più incalzante al punto da persuadere l’adolescente a seguirlo in Svizzera; la loro prima tappa è stata un Ostello a Figino, un paese poco lontano da Lugano. I contorni della vicenda non sono ancora precisi ma a questo punto la ragazzina si sarebbe spaventata e si sarebbe tirata indietro. Nel frattempo la scomparsa della minorenne era già stata segnalata ai carabinieri di Brescia da parte dei familiari. Le indagini, anche seguendo le tracce telematiche del computer si sono presto indirizzate verso il Canton Ticino. Il ventiseienne e la ragazza sono stati rintracciati proprio a Figino dove lui è stato arrestato e lei portata in salvo dalla polizia. L’uomo è stato fermato ed è in attesa dell’udienza di convalida da parte della magistratura, la ragazza è stata invece riconsegnata ai genitori. (corriere.it)

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche