Buffon ricorda Astori: “Avevi valori d’altri tempi”. Conte: Come spiegarlo a una figlia…?”

Buffon ricorda Astori: “Avevi valori d’altri tempi”. Conte: Come spiegarlo a una figlia…?”

“Ciao caro Asto, difficilmente ho espresso pubblicamente un pensiero riguardo una persona…”

Un messaggio per ricordare prima l’amico, poi il giocatore. Subito dopo la scomparsa del capitano della Fiorentina, trovato morto in una stanza di hotel a Udine dove si trovava in ritiro con la squadra, il portiere della Juventus ha scritto queste parole:

 

 

“Ciao caro Asto, difficilmente ho espresso pubblicamente un pensiero riguardo una persona, perché ho sempre lasciato che la bellezza e l’unicità di rapporti,

di reciproca stima e affetto, non venissero strumentalizzati o gettati in pasto a chi non ha la delicatezza per rispettare certi legami.

Nel tuo caso, sento di fare un’eccezione alla mia regola, perché hai una moglie giovane e dei familiari che staranno soffrendo,

ma soprattutto la tua piccola bimba, merita di sapere che il suo papà era a tutti gli effetti una persone perbene…..una grande eprsona perbene…”

E’ una lettera piena di commozione il messaggio di Gigi Buffon nel ricordo di Davide Astori.

“Eri l’espressione migliore di un mondo antico, superato, nel quale valori come l’altruismo, l’eleganza, l’educazione e il rispetto verso il prossimo, la facevano da padroni.

Complimenti davvero, – conclude Buffon – sei stata una delle migliori figure sportive nella quale mi sono imbattuto.
R.I.P. Il tuo folle Gigi”.

 

 

Anche Conte è sconvolto: “E’ una grande tragedia, in questo momento per me è molto difficile trovare le giuste parole.

L’ho allenato in nazionale e per me in questo momento è davvero difficile parlare di quanto è accaduto.

Era un grande giocatore, ma soprattutto un ragazzo fantastico. Sono veramente vicino alla famiglia perché aveva solo 31 anni. E’ molto difficile spiegare la situazione a sua moglie, ai suoi genitori e a sua figlia”.