Condividi

Contratto a chiamata o contratto a intermittenza: che cos’è, tutte le info

Si parla tanto in questi giorni del contratto a chiamata o “contratto a intermittenza”: non è una novità, era stato introdotto dalla legge Biagi e in seguito modificato con il Jobs Act

L’abolizione dei voucher ormai è ufficiale, a partire dal 1 gennaio 2018 se ne parlerà solo al passato. Come fare allora per inquadrare le tante e diverse forme di lavoro occasionale? E’ un rebus non semplice, anche perché al netto degli abusi che ci sono stati e che sono stati documentati in mille occasioni, la ragione per cui i voucher erano nati aveva “senso di esistere” e rispondeva a una reale necessità.

Leggi anche:  Cinquant'anni di lavoro dalle tre di mattina: chiude lo storico fornaio

Si parla tanto in questi giorni del contratto a chiamata o contratto a intermittenza: non è una novità, era stato introdotto dalla legge Biagi e in seguito modificato con il Jobs Act.

Articolo precedenteInfarto in scena per Massimo Lopez: l'attore operato d'urgenza ad Andria
Prossimo articoloMaestra spruzza spray al peperoncino in classe, dieci bambini finiscono in ospedale