Condividi

Undici anni di contributi INPS spariti nel nulla: coniugi intrappolati in un sistema con falle

CATANIA – Due carriere svolte in maniera perfettamente regolare, ma oggi resta solo tanto sgomento a causa di contributi Inps fantasma che, a suo tempo, sono stati regolarmente versati all’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale, mentre adesso non solo non sono presenti nelle cartelle personali dei protagonisti della nostra storia, ma addirittura sembrano essere completamente spariti nel nulla.

A raccontarci quanto accaduto alla propria famiglia è Francesca, moglie di Giuseppe (i nomi sono di fantasia per ragioni di privacy).

“Mio marito si è svegliato, per oltre trent’anni, ogni mattina molto presto in modo da essere al lavoro puntuale, così com’era suo dovere fare. A differenza sua, però, c’è qualcun altro, tra i funzionari dell’Inps, che non è stato fedele ai suoi obblighi lavorativi: due anni fa, abbiamo scoperto che nella sua cartella personale si contano undici anni di contributi in meno rispetto a quelli che sono stati regolarmente versati. Tra l’altro il mio coniuge è prossimo alla pensione, ma in questa condizione non può fare altro che attendere di godere di un suo fondamentale diritto. Allo stesso modo, io ho scoperto di non aver percepito 9 mesi di sussidi alla mia pensione sempre dall’Inps, sono andata ad informarmi, ma ad oggi non è cambiato nulla: il tempo passa e la situazione inizia a stancare”.

Negligenza e ritardi, quindi, sono i comuni denominatori di due storie che corrono parallele, questa volta anche nella loro vita personale.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteCommosso addio a Mario, il bimbo di Agira aveva solo dieci anni
Prossimo articoloPOLIZIA, IL NOCS È DONNA: LA PRIMA AGENTE SUPERA LE DURISSIME SELEZIONI