Arrivano i controlli fiscali sul bancomat per il reddito di cittadinanza

I 5 Stelle studiano un piano per controllare le spese fatte con il reddito minimo. Un “Grande Fratello” per monitorare tutto

Il reddito di cittadinanza ormai è alle porte. La proposta principale del Movimento Cinque Stelle di fatto entrerà a regime già nel 2019. Ne parla Franco Grilli sul Giornale

Un assegno di 780 euro per chi non ha un lavoro. Il tutto servito con una manovra al 2,4% del rapporto deficit-Pil che di fatto ha creato non poche turbolenze sui mercati.

In vista della stesura finale del testo che introdurrà ufficialmente il reddito minimo,

i pentastellati provano a correre ai ripari per respingere le accuse di voler dare un assegno ai “fannulloni”. Come ha anticipato il Fatto, il reddito di cittadinanza verrà legato alla capacità di consumo.

Chi non apre spesso il portafoglio dunque potrebbe subire un taglio del 4 per cento che verrebbe destinato a chi invece spende l’intera somma.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche