Coronavirus, a 12 anni chiama il 112: “Papà ha perso il lavoro, abbiamo fame”

“Aiutateci, abbiamo fame. Papà ha perso il lavoro e non abbiamo soldi”. E’ questo il contenuto della telefonata ricevuta questa mattina dai carabinieri di un comune del Bolognese, Vergato. Dall’altro lato della cornetta una bambina di soli 12 anni e il suo grido disperato d’aiuto nei giorni dell’emergenza Coronavirus. Dopo averla tranquillizzata, l’operatore che le aveva risposto ha inviato una pattuglia a casa della famiglia, di origine straniera e composta da genitori e due figli, a cui hanno lasciato beni alimentari di prima necessità.

I militari hanno, infatti, accertato che le parole della ragazzina avevano descritto una situazione reale: il padre, che rappresentava l’unica fonte di reddito, aveva perso il precario lavoro  a causa dell’emergenza Covid-19 e la famiglia non aveva più nulla da mangiare. Così, di sua iniziativa, la 12enne aveva chiamato il 112. I Carabinieri sono andati a fare la spesa e sono tornati con una scorta di generi alimentari, tra cui latte, pasta, uova, farina, carne, biscotti, frutta e verdura. Un gesto, questo, che ha rappresentato un piccola luce di speranza in un momento difficile non solo per il rischio contagio ma anche per la situazione economica della famiglia.

 

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche