Coronavirus, assalto ai supermercati subito dopo l’annuncio. Momenti di caos e panico a Roma e Napoli

E più o meno la stessa situazione si è verificata nel resto della città. Lunghissime code anche fuori dal Todis di via Tuscolana, dove i clienti, più diligenti, hanno atteso il proprio turno per entrare contingentati. Al Carrefur di via Matteucci c’è un addetto che, quando si verificano troppi accessi, fa rispettare la distanza di un metro. A Emme Più di Viale Aventino un nastro registrato annuncia spesso alla clientela “di mantenere la distanza di un metro per prevenire il contagio”.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, zona rossa estesa a tutta l’Italia

“Il nostro punto vendita è grande e prevediamo di fare gruppi di circa 50 persone alla volta”, ha spiegato il vicedirettore della Conad di via Buonarroti. Nonostante saranno garantiti comunque i rifornimenti, in poche ore molti negozi si sono ritrovati con interi reparti svuotati: carne, pasta, frutta e verdura, bevande e surgelati sono andati a ruba. Tra i prodotti più ricercati anche detersivi, gel igienizzanti, scatolame e cibi a lunga conservazione».

FONTE: LEGGO



Potrebbero interessarti anche