Coronavirus, c’è il rischio di un picco delle malattie mentali dopo la pandemi

Ad essere interessate, sottolineano gli esperti, sono sia le persone che già soffrivano di problemi psichiatrici sia anche altre che non hanno mai manifestato sintomi. “Questa è una situazione mai vista prima – scrivono gli autori, coordinati da David Gunnell dell’università di Bristol -. La pandemia causerà stress e renderà molte persone vulnerabili”.

“Le conseguenze per la salute mentale – aggiungono – resteranno probabilmente per un tempo più lungo e avranno un picco più tardi rispetto all’attuale pandemia. Tuttavia la ricerca e le esperienze delle strategie nazionali ci danno una base forte per la prevenzione. L’aumento dei suicidi non è inevitabile, a patto che si agisca subito”.

fonte: tgcom24