Coronavirus, Conte: scuole chiuse in tutta Italia, non è da escludere

“Se gli scienziati dovessero chiedercelo”, questa sarebbe la misura estrema per contenere l’espandersi del contagio da coronavirus. Il Premier Conte nel parla al Corriere.it

Il Premier afferma: “Non possiamo escludere in assoluto la chiusura totale, anche se non è stata ancora chiesta dagli scienziati”.

La situazione

Nelle Marche le attività sono sospese fino all’8 marzo, analoga situazione per Liguria, Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto, Piemonte. Alcune scuole sono state chiuse in Alto Adige, Molise. Altre segnalazioni da singoli comuni campani.

In Toscana e Lazio le scuole sono rimaste aperte.

Le dichiarazioni del Presidente Conte

“La nostra linea è improntata alla massima trasparenza – spiega Conte al corriere della sera – vogliamo coinvolgere le Regioni, ma dobbiamo stare attenti a non discostarci dalle linee guida degli scienziati. L’attenzione è massima, stiamo prendendo delle decisioni che incidono sullo stile di vita degli italiani e siamo ancora in una situazione di allarme, secondo i dati scientifici. Il contagio potrebbe anche estendersi, non sappiamo quando raggiungeremo il picco”.

La situazione delle scuole

“Non possiamo escludere in assoluto la chiusura totale, anche se non è stata ancora chiesta dagli scienziati”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche