Coronavirus, per la festa del 2 Giugno confermate le Frecce tricolori. Il programma

Niente parata militare il prossimo 2 giugno: chi ama la Festa della Repubblica anche per la sfilata delle Forze Armate lungo i Fori imperiali, dovrà mettersi l’anima in pace e accontentarsi delle Frecce tricolori nei cieli di Roma.

Colpa dell’emergenza coronavirus che obbliga l’Italia ad un 2 giugno molto sobrio, come scrive Simone Canettieri sul quotidiano Il Messaggero: nonostante la fine del lockdown sia prevista per il 4 maggio, il 2 giugno è considerata una data ancora troppo vicina e in cui la cerimonia sarebbe condizionata dall’obbligo di distanziamento.

L’orientamento del ministero della Difesa, di concerto con il Quirinale – scrivono Leggo e Messaggero – è quello di un 2 giugno con una festa molto ristretta, senza persone in strada, con un solo appuntamento davanti all’Altare della Patria a cui parteciperebbe il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e le alte cariche istituzionali e militari.

Un semplice momento di raccoglimento con pochissime persone dunque.

Di solito la Festa della Repubblica del 2 giugno comprendeva un ricco palinsesto di iniziative, per rispettare un simbolo di ritrovamento della libertà e della democrazia: ma quest’anno gli italiani dovranno probabilmente farne a meno, anche se non vi è ancora ufficialità. Per la parata, così come per tante altre cose, aspetteremo il 2021.

Leggo