Coronavirus, il cane fiuta covid 19: “Se addestrati, testano 750 persone all’ora”

In piena emergenza coronavirus si è detto molto sugli amici a quattro zampe. La novità è che, secondo gli iraniani, i cani possono riuscire a fiutare e quindi individuare una persona che ha contratto il Covid-19.

Il progetto, sul quale per primi sono arrivati i britannici, è iniziato due settimane fa nella Repubblica islamica in un centro di addestramento cinofilo ed è sostenuto dall’esercito, come ha spiegato il portavoce Hamidreza Shiri all’agenzia di stampa ‘Isna’.

«Dal momento che i cani riescono a individuare gli odori 20mila volte meglio degli umani, sono già stati addestrati a riconoscerne alcuni particolari», tra cui quello della malaria, ha dichiarato il portavoce del progetto. «Nella prima fase della ricerca abbiamo dimostrato che i cani non vengono contagiati dal coronavirus. Sono due settimane che stanno lavorando con il virus, ma test multipli in diverse fasi dimostrano che nessun cane né i loro addestratori sono stati contagiati», ha aggiunto.

«Poiché non sappiamo quale razza abbia il fiuto migliore, ne addestriamo differenti come Labrador, Golden Retriever, Pastore tedesco e Border Collie», ha proseguito Shiri, sottolineando che il suo team potrebbe annunciare il successo del progetto nei prossimi 10 giorni.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche