Coronavirus, irritazione dell’OMS verso l’Italia: “grave non aver capito dov’è il focolaio. Non tutti i casi registrati sembrano avere una chiara storia”

“Quello che preoccupa della situazione italiana è che non tutti i casi registrati sembrano avere una chiara storia epidemiologica, cioè un legame con viaggi in Cina o contatti con altri casi già confermati”.

Hans Kluge, direttore dell’Organizzazione mondiale della sanità in Europa, sta seguendo minuto per minuto l’evoluzione della crisi da coronavirus in Lombardia e Veneto.

L’aumento dei casi di contagio da nuovo coronavirus al di fuori della Cina è diventato motivo di preoccupazione per l’Oms

lo ha ripetuto il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), Tedros Adhanom Ghebreyesus, nel suo giornaliero briefing con la stampa.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche