Coronavirus, l’annuncio di Borrelli: “Stop a conferenze giornaliere della Protezione Civile”

Dalla prossima settimana non ci saranno più i punti stampa con i quali il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, ha reso noto nell’ultimo mese e mezzo i bollettini quotidiani dell’emergenza Coronavirus in Italia. Lo ha annunciato lo stesso Borrelli, aggiungendo che gli incontri con la stampa nella sede in via Vitorchiano a Roma, saranno soltanto due e non si ripeteranno tutti i giorni. “I giorni previsti per le conferenze saranno lunedì e giovedì”, ha sottolineato, mettendo di fatto fine ad un appuntamento che era diventato consuetudine dallo scorso mese di febbraio.

Dando i dati del bollettino di oggi, venerdì 17 aprile, il direttore Borrelli ha aggiunto: “Si è alleggerita la pressione sulle strutture ospedaliere. Il grande lavoro svolto e la coscienza dei cittadini ha permesso il controllo della curva dei contagi”. Al momento i numeri di casi positivi al nuovo Coronavirus in Italia è salito a 172.434 (+ 3.493 rispetto a ieri), di cui 42.727 guariti (+ 2563) e 22.745 decessi (+ 575). Il bilancio dei guariti, in particolare,è aumentato in 24 ore di 2.563 unità (ieri erano state dichiarate guarite 2.072 persone). Non erano mai state dichiarate tante guarigioni in un giorno come oggi.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche