Coronavirus, paziente 1 non è più intubato e respira autonomamente

Il paziente 1, ricoverato a Pavia, non è più intubato e respira autonomamente. A confermare la notizia a Skytg24 è stato Giulio Gallera, assessore al Welfare di Regione Lombardia, parlando dell’emergenza Coronavirus e in particolare del caso di Mattia.

“Il paziente 1 – ha riferito – è stato trasferito dalla terapia intensiva a quella sub intensiva. È stato cioe’ ‘stubato’ in quanto ha iniziato a respirare autonomamente”.

L’uomo, 38enne di Pavia, era stato trasferito da Codogno al Policlinico pavese nella notte tra venerdì 21 e sabato 22 febbraio, in gravissime condizioni.

Il medico che ha scoperto il paziente 1

“Quando un malato non risponde alle cure normali, all’università mi hanno insegnato a non ignorare l’ipotesi peggiore. Mattia si è presentato con una polmonite leggera, ma resistente ad ogni terapia nota. Ho pensato che anch’io, per aiutarlo, dovevo cercare qualcosa di impossibile”.

A spiegarlo a skytg è stata Annalisa Malara, anestesista di Cremona, il medico dell’ospedale di Codogno che ha per prima ha diagnosticato il paziente 1 positivo al Coronavirus.