Coronavirus, ricerca: quasi una famiglia su due ha intaccato i risparmi

Una famiglia su cinque accusa già un impatto pesante sul reddito, e quasi la metà ha dovuto intaccare i risparmi. È quanto emerge dal “Termometro Italia”, l’indagine realizzata da Innovation Team, società di ricerca del Gruppo Cerved, sull’evoluzione della crisi da coronavirus su 500 nuclei familiari intervistati.

Circa il 40% teme di perdere il lavoro nell’immediato o nel 2021, una percentuale ancora maggiore paventa nei prossimi mesi una forte riduzione delle entrate o del denaro messo da parte.

Quasi tutte le famiglie sentite ritengono che l’emergenza Covid-19 cambierà il loro tenore di vita, costringendole a rinunce su salute e istruzione, voci di spesa che da tempo erano oggetto di forte attenzione: già nell’ultimo anno, il 52,2% (che diventa addirittura il 68,5% nelle fasce con reddito più basso) non ha fatto ricorso a prestazioni in ambito sanitario, anche importanti (17,9%), ma oltre la metà (55%) le ha posticipate a causa dell’emergenza sanitaria, sia per paura del contagio che per non sovraccaricare gli ospedali.

Le conseguenze dell’epidemia e del lockdown sulle disponibilità economiche delle famiglie si stanno facendo sentire: 1 su 5 (21,2%) accusa un impatto pesante sul reddito, quota che sale al 32,2% nella fascia meno abbiente (fino a 20.000 euro netti all’anno), e quasi la metà (47,8%) ha dovuto intaccare i risparmi, il 18,6% in maniera consistente. Solamente il 25,4% ha avuto contraccolpi trascurabili.