Coronavirus, si pensa anche alle navi militari per le terapie intensive

 Il contagio del coronavirus sta mettendo a dura prova il sistema sanitario nazionale, con punti limiti che si avvicinano sempre più velocemente, come nel caso della Lombardia.

Per questo motivo, spiega il quotidiano Genova24 – si sta attivando la rete nazionale per dare una mano: in Liguria sono giù arrivati tre pazienti in terapia intensiva non relativa al Covid-19 ed è probabile che i numeri potrebbero essere in crescita.

Ed è anche in questa prospettiva che Regione Liguria ha messo ha disposizione i suoi porti per far attraccare le navi militari, come la Cavour, già predisposte con attrezzature da terapia intensiva. Al momento è una soluzione sul tavolo in caso di grave emergenza, nella speranza di non doverla utilizzare.