Condividi

Il suicidio assistito non è reato: lo ha stabilito la Corte Costituzionale con una sentenza che suona come uno schiaffo al Parlamento che, nonostante abbia avuto un anno di tempo, non ha legiferato in merito. Per la Consulta non è punibile «chi agevola l’esecuzione del proposito di suicidio, autonomamente e liberamente formatosi, di un paziente tenuto in vita da trattamenti di sostegno vitale e affetto da una patologia irreversibile, fonte di sofferenze fisiche e psicologiche che egli reputa intollerabili ma pienamente capace di prendere decisioni libere e consapevoli».

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteOperatore ONG ucciso da un gruppo di jihadisti. Altri cinque rapiti e in pericolo di vita
Prossimo articoloReggio Calabria, scoppia un incendio a Ravagnese: salvati 20 pazienti da eroici Vigili del Fuoco

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.