Condividi

SOS1308324Roma, 19 ottobre 2013 – Controlli a tappeto da parte delle forze dell’ordine in vista del corteo di oggi a Roma. Controlli e perquisizioni sono iniziate nella giornata di ieri e sono proseguite per tutta la notte. Ieri nei pressi del ministero dell’Economia sono stati fermati dalla polizia 4 giovani, 2 uomini e 2 donne, appartenenti al movimento anarco- insurrezionalisti di Trento. Per è stato predisposto il foglio di via obbligatorio. Altre 4 persone sono state identificate e denunciate dai carabinieri in via Santa Croce in Gerusalemme, nei pressi di San Giovanni, per porto d’armi e oggetti atti a offendere. Ai 4 sono stati sequestrati un coltello, due fionde, una pietra, un moschettone, un passamontagna e una bomboletta spray.

Sempre nel corso della nottata, al casello Roma nord, gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia ha fermato e denunciato 5 persone: avevano segnalazioni a loro carico e nell’auto due caschi, una catena con lucchetto e una mascherina con filtro. Poco dopo le 5, su via Salaria, la Polizia ha intercettato un’altra auto con tre persone a bordo. Nell’auto sono stati ritrovati lacrimogeni, petardi, cappucci, bottiglie in vetro guanti occhiali e alcune fibbie. Sono stati accompagnati negli uffici della Digos per ulteriori accertamenti. I carabinieri del Comando provinciale di Roma hanno controllato in tutto 300 persone: 12 sono risultate avere precedenti in materia di ordine pubblico. Sequestrati 4 estintori, un coltello, una spranga, uno striscione ed un cappuccio. Nel corso dei controlli, proseguiti per tutta la notte, sono state pattugliate le strade interessate dal percorso del corteo e monitorati gruppi ritenuti appartenenti a frange estremiste di manifestanti.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMedico gardesano offre tomba di famiglia per la salma di Priebke
Prossimo articoloConcussione, arrestato maresciallo gdf