Condividi

Mentre l’uscita della Grecia dall’ Eurozona sembra sempre meno fantascienza, in Italia si torna a parlare dell’ipotesi di un ritorno alla vecchia moneta: la Lira.

Ma cosa accadrebbe in Italia nel caso di un ritorno alla lira? Il sito Affari Italiani fa alcuni conti concentrandosi in particolar modo sugli effetti negativi che l’ipotesi uscita dall’euro provocherebbe all’economia del bel paese.
“Il primo fenomeno che si verificherebbe sarebbe una svalutazione di circa il 30% della moneta, con il relativo aumento del costo delle materie prime di importazione come petrolio e gas, mentre crollerebbero i valori degli immobili e dei terreni.

La “svalutazione” potrebbe arrivare a costare fino a mille miliardi di euro (il conto è stato effettuato basandosi sui dati relativi alla ricchezza degli italiani”

E continua ancora per quello che concerne i mutui: “Sul caso dei ‘mutui’ contratti da privati nei confronti degli istituti di credito, il sito spezza invece una lancia a favore degli ‘antieuro’. Non è vero infatti che stipendi e conti correnti verrebbero convertiti in lire (con una svalutazione del 20-40 %) mentre i mutui resterebbero in euro”.

fonte

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteAngela Celentano e il sogno "premonitore" della cugina Rosa: sarà sentita dagli inquirenti
Prossimo articoloE' morto l'economista Giacomo Vaciago: fu sindaco di Piacenza negli anni Novanta