Condividi

in uno scantinato utilizzato dal poliziotto è stata trovata una pistola automatica in uso alle forze dell’ordine (che era nascosta tra i vestiti) con matricola abrasa

Un agente di polizia, A.M.M., di 46 anni, in servizio a Cosenza, è stato arrestato con l’accusa di detenzione di arma da guerra e munizioni e ricettazione.

Nel corso di servizi di controllo del territorio, personale della Squadra mobile ha effettuato una serie di perquisizioni. Durante una di queste, in uno scantinato in uso all’agente, è stata trovata una pistola Beretta, in uso alle forze dell’ordine, calibro 9×19 parabellum con la matricola abrasa, completa di caricatore con 15 cartucce ed altre 23, tutte 9×19.

Dopo le formalità di rito è stato trasferito nel carcere di Cosenza. L’uomo, precedentemente in servizio alla Polizia Stradale, faceva parte dell’aliquota della Polizia in Prefettura a Cosenza.

Sono in corso accertamenti per stabilire se l’arma sia stata utilizzata in azioni delittuose.

Al momento sono in corso indagini per capire se l’arma sia stata usata per compiere eventi delittuosi.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteCarabiniere ucciso, pubblicato l'audio con la sala operativa: "Compagno mio resisti, aiuto perde un sacco di sangue"
Prossimo articoloCarabiniere ucciso, nei servizi in borghese gli agenti sono "costretti" a girare disarmati: questa foto dimostra perchè