Condividi

Appello delle vittime del Ponte Morandi dopo crollo viadotto: ‘Governo tuteli l’Italia’. Il maltempo non dà tregua all’Italia, allerta rossa in molte zone, il Po spaventa

Il maltempo non dà tregua all’Italia, molte regioni, dal Nord al Sud, di nuovo sottacqua per le forti piogge che hanno fatto scattare l’allerta rossa in molte zone. Numerosi i danni, e i disagi, con strade chiuse, smottamenti e frane.

La “frana che ha distrutto il viadotto sull’A6 contiene circa 15 mila metri cubi di materiali che sono ancora in bilico”. Lo hanno detto Nicola Casagli dell’Università di Firenze e Luca Ferraris della Fondazione Cima, centri di competenza della Protezione civile nazionale, al termine del sopralluogo aereo sulla frana.

La frana, composta da circa 30 mila metri cubi di materiale, è scesa da un’altezza di 300 metri velocissima, ‘correndo’ a circa 20 metri al secondo.

“E’ stata rapidissima – hanno detto gli esperti – e calcolando la velocità con la quantità di massa l’impatto sui piloni è stato devastante”.

Nel frattempo vigili del fuoco hanno ufficialmente chiuso le ricerche: non ci sono né auto né persone coinvolte nel crollo.

Lo ha reso noto il comando generale del Corpo, precisando che è stato ispezionato anche il metanodotto Snam che passa sotto il viadotto, e ne è stata verificata “l’integrità funzionale“.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteSalva 27 alunni dell'asilo da due pitbull e viene azzannato, l'eroe è un agente della Polizia Locale
Prossimo articoloAggredisce poliziotto che lo sorprende a rubare: agente spara due colpi in aria

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.