Condividi

Sugli scontri a Padova nelle scorse ore, riscontrata una frattura e 30 giorni di prognosi per un poliziotto. Ma il centro sociale su Facebook pubblica un post fuorviante

DA FSP PADOVA, PADOVA OGGI.IT – Riceviamo e pubblichiamo dell’FSP, Federazione Sindacale di Polizia

Venerdì 29 marzo, è salita agli onori della cronaca la notizia di un corteo non autorizzato che ha tentato di forzare uno sbarramento di Polizia provocando la legittima reazione degli Operatori delle Forze Dell’Ordine. Con sgomento apprendiamo di un post sulla pagina Facebook del CSO Pedro (i protagonisti o forse meglio ,gli antagonisti della vicenda) la foto di due “celerini” in pronto soccorso che dialogavano con alcuni esponenti del Cso (presenti in nosocomio perché feriti durante i tafferugli precedenti )e la didascalia descrivente la scena secondo i consueti canoni di fantasia liberamente adottati dal centro sociale, ovvero, citiamo alla lettera per sintesi, due “Picchiatori” intenti ad intimorire dei poveri ragazzi già malmenati senza alcun motivo. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Il retroscena – Non viene però descritta nel post, il retroscena, ovvero che i due operatori di polizia mantenendo un comportamento nonostante tutto tranquillo e professionale, vittime di un acceso attacco verbale da parte dei manifestanti (non autorizzati e denunciati) per non turbare la serenità e la quiete di un quel luogo, hanno deciso di allontanarsi in silenzio e dirigersi verso un altro presidio ospedaliero prolungando a loro discapito il ricorso alle necessarie cure mediche. Evidentemente è sfuggito al referente della pagina Facebook CSO Pedro, che ad uno dei due agenti è stata diagnosticata una frattura dello scafoide con 30 giorni di prognosi e che entrambi gli operatori son giunti in Pronto Soccorso al termine delle esigenze di servizio, quindi ben più tardi di quelli che oramai son conosciuti per professionisti del disordine. nonostante tutto cari signori, “non condividiamo le vostre idee ma ci batteremo fino alla morte affinché voi possiate esprimerle”.

Vicario Regionale Maurizio Ferrara
Segretario regionale Luca Capalbo

Articolo precedenteErgastolano omicida rapinava durante i permessi premio ed era libero, la scoperta dei Carabinieri
Prossimo articoloUfficialmente disoccupato, gira con le tasche piene di contanti, poi la sorpresa in casa