Custode di una villa uccide un ladro sparando dalla finestra: indagato

Un uomo, con molta probabilità un ladro, è stato ucciso nelle scorse ore in provincia di Bologna, nelle campagne di Bazzano.

Non ancora identificata, la vittima è stata raggiunta da cinque colpi di arma da fuoco dal custode di una villa. Dall’autopsia effettuata nelle scorse ore è risultato che il colpo che ha ucciso l’uomo lo ha raggiunto alla scapola destra, quindi alla schiena.

Sentito il custode, ha riferito agli inquirenti di aver sentito il rumore di un cancelletto esterno e subito dopo aver
avvertito qualcuno che tentava di aprire la porta della sua abitazione, una dependance di una grande villa nobiliare.

Da due finestre del primo piano, il custode 68enne della dimora di proprietà di una antica famiglia della zona, assente per gran parte dell’anno, ha sparato in tutto cinque colpi con una revolver calibro 38 regolarmente in suo possesso.

In conseguenza dell’esito dell’autopsia che ha accertato che il colpo è stato sparato alla schiena, spiega l’AdnKronos, potrebbe aggravarsi la posizione dell’indagato. L’ipotesi al vaglio degli investigatori è che il custode non abbia sparato in aria, ma contro il gruppo dei presunti rapinatori colpendo la vittima a morte.

Il custode della villa, un uomo di 68 anni “è indagato per omicidio preterintenzionale, anche se è una ipotesi temporanea”. ha detto l’avvocato il legale che assiste l’uomo.

“Il pubblico ministero avrebbe potuto partire dall’omicidio volontario, però, proprio perché si é capito subito che il mio assistito è una brava persona, è partito da li”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche