Condividi

SOS1306625Bologna, 24 agosto 2013 – Dal proprio computer a Bologna guidava frodi informatiche al sistema fiscale britannico, arrivando a procurarsi oltre 700 false identità di cittadini del Regno Unito e chiedendo rimborsi per 500 mila sterline, un quinto realmente incassati su conti correnti creati ad hoc dall’organizzazione criminale.

L’uomo, un nigeriano, è stato arrestato a Londra dalle autorità britanniche insieme a quattro connazionali, dopo che era giunta la segnalazione della polizia postale di Bologna.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLascia figlia a casa sola per festa in spiaggia, denunciata
Prossimo articoloLatitante, ma non rinuncia al mare: arrestato