Da “untori” a “esempio”, ora non ci sfotte più nessuno: Francia e Spagna seguono il modello Italia

Bassa affluenza alle municipali francesi

In Francia, nonostante l’emergenza, è stata confermata la giornata elettorale per il primo turno delle municipali, dove l’affluenza e’ stata fortemente compromessa dalla paura del contagio: alle 17 aveva votato il 38,7%, quasi il 16% in meno rispetto alle elezioni del 2014 (54,7%).

Il governo francese ha ordinato la chiusura di tutte le attività “non essenziali”, mentre la Spagna – dove si è registrata un’impennata di casi (circa 2 mila e oltre 100 morti in 24 ore) è andata oltre, vietando anche lo spostamento delle persone se non per recarsi al lavoro, dal medico o a fare la spesa. Schierato anche l’esercito nelle aree delle città più colpite, come Madrid, Siviglia, Valencia e Zaragoza.

Escalation di contagi in Spagna

L’escalation dei contagi in Spagna ha portato il bilancio totale dei decessi nel mondo oltre quota 6 mila (6.036), secondo il conteggio effettuato dall’agenzia Afp sulla base dei dati ufficiali.

In Francia, il presidente Emmanuel Macron ha difeso la scelta di aprire le urne in 35 mila municipi. Il presidente del Consiglio scientifico incaricato di gestire l’emergenza Covid-19, Jean-Francois Delfraissy, dal canto suo ha rassicurato sul fatto che andare a votare per le persone anziane “non è più rischioso di andare a fare shopping”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche