Condividi

Muore vigile del fuoco a 43 anni: «Addio a un esempio di coraggio»

Viveva con la moglie e il figlio a Limite sull’Arno e lavorava al comando provinciale di Firenze Il dolore degli amici: «Persona straordinaria, ha lottato per anni contro la malattia»

CAPRAIA E LIMITE. Ha lottato con tutte le sue forze per anni. Ha sfidato con coraggio la malattia, che alla fine non gli ha dato scampo. Daniele Pucci è morto ieri nella sua abitazione di Limite sull’Arno, a soli quarantatré anni. Vigile del fuoco, lavorava a Firenze nella colonna mobile regionale, dove era in servizio da circa dieci anni, dopo aver fatto il corso a Roma e aver svolto il primo incarico a Torino.

Proprio a Firenze, con la solita caparbietà che l’ha contraddistinto per tutta la vita, si era fatto accompagnare anche tre giorni fa – nonostante le sue condizioni di salute fossero ormai precarie – per quello che si è trasformato in un ultimo abbraccio ai colleghi di lavoro, con i quali ha condiviso centinaia di interventi al servizio della comunità. Lo stesso spirito che l’aveva spinto per molti anni a fare il volontario nella Misericordia di Empoli, dove ha lasciato un ottimo ricordo. Anche per questo, oltre che a Limite sull’Arno, Daniele era molto conosciuto anche in tutto il circondario. Già nella serata di ieri, quando la tremenda notizia ha iniziato a diffondersi, in tanti si sono stretti intorno alla sua famiglia, esprimendo vicinanza: «Era una persona straordinaria», hanno sottolineato gli amici sconvolti dal dolore, che in questi anni lo hanno visto reagire con una forza incredibile di fronte alla sfortuna, lottare, dare tutto se stesso per il lavoro e per la sua splendida famiglia, ora distrutta dal dolore.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteCerca di salvare il cane, cade nel dirupo: muore escursionista
Prossimo articoloMorto il Luogotenente dei Carabinieri Giovanni Giannattasio: "un Comandante vero, vecchia guardia, ci mancherà"