Daniele Rugani positivo al Coronavirus: Juventus e Inter in quarantena. Due calciatori del Cosenza rifiutano la trasferta e fanno una donazione all’ospedale cittadino

Il coronavirus non risparmia nessuno. Questori, ufficiali militari, prefetti, parlamentari, presidenti di regione. Molti sono i volti noti o in posti chiave nell’apparato statale di cui si ha avuto notizia in questi giorni

Poco fa, la notizia di un nuovo contagio: questa volta nel mondo dello sport. E’ la Juventus la prima squadra colpita, Daniele Rugani infatti è risultato positivo al coronavirus.

Si tratta del primo calciatore di serie A. Il difensore è “attualmente asintomatico”. A darne notizia e spiegare la situazione è la stessa società bianconera con una “comunicazione urgente” apparsa sul sito alle 23.

Interruzione degli allenamenti e isolamento volontario per tutti. Logico e opportuno pensare, a questo punto, anche ad una sospensione della Champions Leaugue, a poco meno di una settimana dagli ottavi contro il Lione.

Daniele Rugani ha giocato contro l’Inter domenica scorsa, di conseguenza anche i colleghi milanesi saranno messi in isolamento.

Nelle scorse ore i tifosi di calcio più attenti si sono trovati a dibattere del problema contagio evidenziato dalla scelta di due calciatori del Cosenza Calcio di partecipare ad una trasferta.

Mirko Bruccini e Tommaso D’Orazio, i calciatori del Cosenza che hanno rifiutato di prendere parte alla trasferta a Verona contro il Chievo

Si tratta di Tommaso D’Orazio e Mirko Bruccini, terzino e centrocampista (capitano) del Cosenza, i quali, con un certo senso di responsabilità, hanno scelto di non andare in trasferta per la sfida dei calabresi contro il Chievo trattandosi della zona più esposta all’emergenza Coronavirus. LEGGI ANCHE: Coronavirus. Calciatori rifiutarono di partire per la trasferta, rischiano sanzione dalla società. Ora fanno una donazione all’ospedale cittadino

La società però non ha preso bene la decisione ed attraverso un comunicato stampa ha fatto sapere che “in merito alla mancata partecipazione alla trasferta di Verona da parte dei calciatori Sig. Mirko Bruccini e Sig. Tommaso D’Orazio, i quali, pur regolarmente convocati per la partita Chievo – Cosenza hanno rifiutato di imbarcarsi con il resto dei componenti della squadra e dello staff, si riserva di assumere nei riguardi dei predetti tesserati ogni più opportuna iniziativa”.



Potrebbero interessarti anche