Condividi

Il post su Facebook contro la popolazione del Bellunese colpita dal maltempo in autunno. Il sindaco di Rocca Pietrore ha avanzato una causa civile per diffamazione da 1 milione e una querela penale

Potrebbe costar caro ad una turista bresciana l’aver definito in un post su Facebook “fannullone e assistenzialiste” le popolazioni del Bellunese colpite dal ciclone Vaia che devastò i boschi della zona, lo riporta il sito del tgcom24 e corriere.it. Dopo aver minacciato provvedimenti, il sindaco di Rocca Pietore Andrea De Bernardin ha fatto sapere che contro la donna, che aveva espresso parole sprezzanti anche nei confronti del governatore Luca Zaia, stanno procedendo di pari passo una querela penale e una causa civile per diffamazione con una richiesta danni di 1 milione di euro.

“Ritengo che siano le punizioni giuste per un leone da tastiera contro cittadini in ginocchio per un evento che è stata una vera e propria catastrofe ambientale” ha spiegato De Bernardin.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMamma in difficoltà, 13enne vende lʼXbox per aiutarla a comprare un'auto
Prossimo articoloPedone investito in autostrada, chi guida non ha colpa. Cassazione conferma assoluzione