Condividi

L’azienda le offre un lavoro a tempo indeterminato nonostante sia rimasta incinta. Dovrebbe essere un fatto normale ma purtroppo in Italia diventa una notizia

Si tratta infatti di un evento piuttosto raro, i protagonisti sono la Cpi-Eng, società di ingegneria di Trieste e Delia Barzotti.

Come raccontato dal Messaggero, il principale della donna, Christian Bracich, ha deciso di allestire uno spazio di coworking all’interno dell’azienda, con orari flessibili e area bimbi con tanto di educatrice.

La vicenda è stata raccontata anche da La Repubblica. “Delia, originaria del Palermitano, temeva brutte conseguenze nel momento di rivelare la sua seconda maternità al capo.

Christian, però, ha deciso di offrirle un contratto a tempo indeterminato. La donna, che ha partorito Ludovica alla fine dello scorso anno, ha spiegato:

 

«Dopo la maternità obbligatoria ho chiesto espressamente di tornare a lavorare, in fondo mi bastano un pc e un telefono.

Ora, in attesa di mandare mia figlia al nido, posso lavorare e tenerla d’occhio.

Per pagare lo spazio ho comunque lo stipendio pieno e, dopo il tempo indeterminato, mi hanno dato un aumento.

Sono stata fortunata, anche se mi è capitato, in passato, di dover firmare dimissioni in bianco solo per il fatto di essere mamma»

Risultati immagini per Christian Bracich

Il principale, invece, ha motivato così la sua decisione, tanto encomiabile quanto rara al giorno d’oggi: «Un’azienda è fatta di persone, non di numeri.

Se una persona è valida, va valorizzata e premiata. Siamo aperti a ogni tipo di esperienza, ad esempio ho assunto col part-time una ragazza che ha un bimbo di pochi mesi e che veniva da un’altra azienda che non accettava l’orario ridotto.

Quando avevo assunto Delia, lei mi aveva detto di avere in programma un altro figlio, le risposi che ne avremmo parlato una volta rimasta incinta e così è stato».”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteUlcera carnivora, l'epidemia misteriosa: "Non sappiamo come si diffonde"
Prossimo articoloL'ipotesi: "WhatsApp vietato ai minori di 16 anni"