Denise, laureata disoccupata e nessun futuro: «Basta, vado all’estero, qui è tutto fermo». Dove andrà

Denise, laureata disoccupata e nessun futuro: «Basta, vado all’estero, qui è tutto fermo». non è una ricercatrice o un medico che realizzerà il sogno di lavorare in un grande ospedale d’oltre oceano. Non è stata selezionata tra mille coetanei per il lavoro della vita a migliaia di chilometri da casa.

CORDENONS – Denise Perrino, 30enne di Cordenons, non è una ricercatrice o un medico che realizzerà il sogno di lavorare in un grande ospedale d’oltre oceano. Non è stata selezionata tra mille coetanei per il lavoro della vita a migliaia di chilometri da casa.
Denise scappa perché deve, perché la sua Cordenons, la sua provincia e più in generale il suo Paese le hanno sbattuto la porta in faccia troppe volte.

Martedì partirà per il Canada, si trasferirà a Toronto, città che da più di un secolo accoglie a braccia aperte gli italiani e in particolare i friulani. Lascerà qui gli amici, la passione per il coro che da anni coltiva all’interno del Midway Chorus cordenonese.
«Sono laureata in Scienze politiche – racconta oggi Denise – e nel tempo mi sono specializzata nella gestione delle risorse umane nelle aziende». Insomma, una cacciatrice di teste: «Ho lavorato e mi sono fatta conoscere – spiega ancora la 30enne di Cordenons -, ma ora le aziende stanno chiudendo e in pochi assumono un responsabile del personale quando il personale stesso non c’è più».