Beinasco, denunciati 12 capi famiglia nomadi per il furto di energia elettrica

Beinasco, denunciati in dodici per il furto di energia elettrica

Si tratta di altrettanti capi famiglia residenti in un campo nomadi: il danno stimato è di 130 mila euro

Dodici persone sono state denunciate dai carabinieri per furto di energia elettrica. Si tratta di altrettanti capi famiglia residenti in un campo nomadi di Beinasco, nel torinese. Dagli accertamenti è emerso che dal giugno 2012 ad oggi hanno sottratto energia elettrica mediante collegamento abusivo alla rete elettrica generale consumando 730.000 kwh, per un danno stimato pari a 130.000 mila euro.

LE VERIFICHE

Le verifiche erano scattate lo scorso maggio quando, nel corso di un controllo straordinario presso il campo nomadi, i militari avevano arrestato un 28enne bosniaco, nullafacente che durante la perquisizione era stato trovato in possesso di carabina ad aria compressa con matricola abrasa che era stata sequestrata.