Condividi

Violenza in carcere a Capanne, a Perugia. A denunciarlo, come sempre in questi casi, i sindacati di categoria

Perugia – La scorsa mattina infatti si è verificata un’aggressione, l’ennesima, ai danni di un poliziotto in servizio “Una situazione allucinante – dice il segretario locale del SAPPE, Fabrizio Bonino, sindacato della Polizia Penitenziaria – e tanto più grave se si considera che questa è l’ennesima aggressione che avviene in un carcere dell’Umbria”

Secondo la ricostruzione, nella prima mattinata un detenuto si sarebbe avventato contro un agente, assistente capo coordinatore del corpo di polizia penitenziaria, puntando addirittura alla gola. La prontezza di riflessi dello stesso poliziotto gli ha permesso di portare a casa la pelle, subito dopo l’intervento dei colleghi.

Quersta volta è andata bene, ma non si può contare sempre sulla fortuna o sulla bravura personale, quando alle spalle ci sono strutture e sistemi che fanno acqua.

“Per fermare la furia del detenuto, senza nessun mezzo di contenimento a disposizione nei reparti – ha proseguito il segretario – i poliziotti si sono solo serviti solamente di grande professionalità, coraggio e sangue freddo, essendo il ristretto armato con due lamette. Il preposto del reparto penale è stato successivamente portato in ospedale per le cure del caso, in quanto nella colluttazione ha riportato una contusione alla spalla”.

“Questa di Perugia Capanne, a poche ore da un’altra aggressione nel carcere siciliano di Augusta, è l’ennesima grave e intollerabile aggressione da parte di un detenuto ai danni di un uomo appartenente alla Polizia penitenziaria” ha detto invece Donato Capece, il segretario generale dello stesso Sindacato –

A lui va la nostra vicinanza e solidarietà nonché un ringraziamento particolare per l’intervento che nonostante le conseguenze riportare ed incuranti di qualsiasi pericolo ha permesso di bloccare il detenuto violento. La situazione nelle nostre carceri resta allarmante e la realtà è che i nostri poliziotti continuano ad essere aggrediti senza alcun motivo o ragione”

Articolo precedenteA12, si rompe un giunto del Viadotto Veilino. Casello di Genova Est chiuso in direzione Livorno
Prossimo articolo500 kg di tritolo cancellano la vita di Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.