Condividi

L’Agenzie delle Entrate e QuiFinanza hanno pubblicato una nuova guida alle agevolazioni fiscali sulle spese sanitarie

spiegando in modo dettagliato le diverse tipologie di spese che è possibile riportare nella dichiarazione dei redditi, come presentarle e quali documenti sono necessari.

La sezione più ampia è quella relativa alle spese mediche detraibili per l’acquisto di farmaci e dispositivi medici nella quale rientrano anche le prestazioni mediche specialistiche e chirurgiche.

Una delle novità riguarda l’introduzione degli sconti per gli alimenti speciali.

Nella guida rientrano anche le spese per i familiari con patologie che danno diritto all’esenzione e i costi per l’assistenza specifica dei disabili oltre alle spese mediche generiche di tali pazienti.

SPESE SANITARIE DETRAIBILI – Le spese sanitarie per le quali si ha diritto alla detrazione Irpef del 19% sono:

  • prestazioni rese da un medico generico, comprese quelle di medicina omeopatica;
  • acquisto di farmaci e medicinali anche omeopatici con o senza ricetta medica;
  • acquisto di alimenti speciali a fini medici, esclusi quelli destinati ai lattanti;
  • prestazioni specialistiche;
  • analisi, indagini radioscopiche, ricerche e applicazioni, terapie;
  • interventi chirurgici;
  • ricoveri per degenze o relativi a interventi chirurgici;
  • trapianti di organi;
  • cure termali ad esclusione delle spese di viaggio e soggiorno;
  • acquisto o affitto di dispositivi medici e attrezzature sanitarie;
  • assistenza infermieristica e riabilitativa, come ad esempio fisioterapia e laserterapia;
  • prestazioni rese da personale con qualifica professionale di addetto all’assistenza di base o di operatore tecnico assistenziale esclusivamente dedicato all’assistenza diretta della persona;
Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteAnziana aggredita e violentata in casa propria: indagini della Polizia per identificare l'aggressore
Prossimo articoloGovernatore "sceriffo": De Luca ferma un 28enne nigeriano e lo consegna agli agenti