Condividi

lavavetriL’auto circondata e presa a bastonate da un gruppo di lavavetri stranieri e il peggio evitato solo grazie a un intervento tempestivo dei carabinieri. È stata davvero una brutta disavventura quella vissuta da Antonio Paglia, padre della medaglia d’oro al valore ed ex deputato Gianfranco Paglia. L’uomo è stato aggredito perché aveva rifiutato di farsi lavare il parabrezza.

Lavavetri violenti a Caserta
L’episodio è avvenuto a Caserta, dove il padre del militare ferito a Mogadiscio vive. Non si tratta di un caso isolato e, anzi, le cronache locali registrano spesso episodi simili, soprattutto nella zona di via Carlo III, in cui si è verificato anche questo caso. Paglia è riuscito a salvarsi solo grazie alla sua prontezza di spirito, che gli ha consentito di chiudere immediatamente le sicure e chiamare i carabinieri, intervenuti in tempi molto rapidi. Per l’uomo, che è cardiopatico, è stato comunque necessario anche l’intervento del 118.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteTutti i 'signor Franco' di Ciancimino. Storia di un fantasma e di una farsa
Prossimo articoloIncidente choc: a cena col marito, muore soffocata